HomeBlog › Dalla notizia all’esperienza. Architettura dell’informazione per il giornalismo

Dalla notizia all’esperienza. Architettura dell’informazione per il giornalismo

Dalla produzione alla cura del contenuto, dall’item alle relazioni: l’architettura dell’informazione offre al giornalismo l’attrezzatura necessaria per ripensare il proprio ruolo.

Nello scenario attuale in cui news e contenuti sono disponibili ovunque, le testate giornalistiche sono chiamate a ripensare il proprio ruolo: da semplici produttori a curatori di informazione. Contesto, relazioni e racconto diventano in questo quadro il valore aggiunto. L’architettura dell’informazione fornisce l’attrezzatura necessaria a tessere relazioni per generare senso.

Al Festival internazionale del giornalismo di Perugia, Federico Badaloni e io abbiamo dedicato un workshop a questi temi.

In breve

La nostra società sta evolvendo da un’economia basata sul prodotto a un’economia basata sull’esperienza. Che impatto ha questo sul giornalismo? Cosa vuol dire per il giornalismo e l’editoria passare da un’ottica di prodotto a una di esperienza? Significa spostare il fuoco dell’attenzione:

  1. dalla produzione alla cura del contenuto
  2. dall’item all’ecosistema, o dall’entità alla relazione
  3. dallo statico al dinamico (includere il fattore tempo)
  4. dalla contrapposizione carta vs web all’integrazione fra atomi e bit.

In tutti i casi significa andare oltre la notizia: questo è l’obiettivo dell’editoria e del giornalismo, più che mai oggi. Significa enfatizzare il contesto, l’insieme di relazioni in cui un item è inserito; significa in ultima analisi costruire storie e flussi e non semplici ‘oggetti’ che domani saranno già vecchi. Storia vs notizia; esperienza vs prodotto: storia ed esperienza significano un ecosistema di relazioni, un insieme di contenuti legati fra loro, significano costruzione di senso – e in questa prospettiva il contesto gioca un ruolo cruciale. Architettura dell’informazione e user experience design offrono strumenti concettuali e operativi molto importanti per ‘esperienzializzare’ l’offerta di contenuti e le strategie editoriali.

Attraverso analisi di casi e un laboratorio pratico, il workshop ha descritto linee guida e strumenti per strategie editoriali orientate all’esperienza e non al prodotto.

Slide

Video

Per approfondire