Guide


Architettura dell’informazione

Guida all’architettura dell’informazione

L’architettura dell’informazione è l’organizzazione di informazioni, percorsi, oggetti all’interno di qualunque ambiente, fisico o digitale. Garantisce orientamento, trovabilità, senso, e è alla base di ogni progetto di user experience design.

Guida al card sorting

Il card sorting è una tecnica di co-design per progettare l’architettura dell’informazione di un sito web, una app, o uno spazio fisico: come si fa, quante persone coinvolgere, come analizzare i risultati, case history.


Sistemi di classificazione

La classificazione a faccette. Cos’è e come funziona

La classificazione a faccette non considera l’oggetto da classificare come un tutt’uno indivisibile, ma lo scompone in un insieme di proprietà, ciascuna delle quali rappresenta un aspetto dell’oggetto, e quindi un diverso modo per ricercarlo.


Content design

La cura del contenuto

Come si può mantenere verde un contenuto e far sì che continui a generare valore anche dopo la sua pubblicazione? La ‘content curation’ sposta il fuoco dalla produzione alla cura, dall’acino ai grappoli, dal singolo item alle relazioni.


Information seeking: come ricerchiamo l’informazione

Sul web come uomini delle caverne? Dalla raccolta delle bacche alla navigazione

Le strategie che usiamo per la ricerca dell’informazione sono le stesse che i nostri antenati del paleolitico superiore utilizzavano per la ricerca del cibo. L’area antica del nostro cervello preposta alla ricerca del cibo è stata in seguito adattata alla ricerca dell’informazione. Questo ha importanti ricadute sul modo in cui dovremmo progettare.

Il principio del minimo sforzo

Quando cerchiamo o gestiamo l’informazione tendiamo a usare le strategie che richiedono minore sforzo: non è una questione di pigrizia ma la conseguenza di un principio fondamentale di funzionamento del nostro cervello, il principio del minimo sforzo.


Usabilità


Case history

Anatomia di Netflix. Architettura dell’informazione e user experience

Netflix riscrive l’esperienza del vedere film attraverso un meccanismo di personalizzazione molto spinto: è il film a cercare lo spettatore e non viceversa. Meccanismo che si basa su un sistema di classificazione raffinato, capace di generare migliaia di generi e sottogeneri a partire da un set limitato di metadati (faccette).

Il redesign del menu di Zara: lezioni apprese

Il redesign del menu principale di Zara.com riduce drasticamente il numero delle voci di primo livello e migliora contemporaneamente la coerenza delle voci stesse. Una lezione istruttiva sul design dei menu.